Un museo per il territorio

Il Museo della Bonifica, museo civico di San Don?a' di Piave. Esterno

Il Museo della Bonifica tende a raccogliere, in un compendio generale, gli elementi che riconducono alla storia della città e del territorio circostante con le sue trasformazioni, condensando attraverso le sue collezioni le vicende vissute da chi lo ha abitato nel passato, affinchè chi lo abita oggi, possa meglio orientarsi. Il visitatore si accorge che i segni del passato e delle trasformazioni dell'ambiente sono ancora vivi ed immediatamente percepibili nei grandi impianti della bonifica, dall'enorme rete di canali, dalle case rurali costruite per ospitare le famiglie degli agricoltori, percepisce i segni forti del paesaggio agrario, prende contatto con il fiume e con i suoi preziosi tesori naturalistici. La struttura del museo, dal modesto nucleo che la compone, si dipana in una vastissima rete di possibili percorsi che non sono solo circoscritti all'interno delle sue mura ma in gran parte colloquiano e si integrano con l'esterno.

 

Ricordando la Grande Guerra. Spettacolo di luci e suoni sul Piave. Edizione 2006

Questo istituto di cultura non ha più, quindi, la sola funzione di museo-collezione ma si amplia e si trasforma in ecomuseo, un museo che rappresenta emblematicamente la sua città e la sua area di riferimento territoriale. Il Museo della Bonifica ritiene di essersi inserito da tempo nella ricerca di una diversa immagine dell'Istituto che possa corrispondere ad un modello più evoluto di museo: esso mantiene uno stretto legame con il territorio, è un luogo di comunicazione nel quale sono fornite informazioni su tutte le attività culturali che in quest'ambito si svolgono, è un punto di riferimento per gli eventi che organizza e i momenti di incontro che propone all'utenza e che servono a consolidare le connessioni tra struttura culturale e popolazione, rafforzando il senso di appartenenza della struttura alla propria comunità. Sono tutte credenziali, queste, che il museo desidera evidenziare e che gli hanno permesso esprimere una propria caratteristica personalità.

IL DIRETTORE