Archivio cartografico

 Lo studio del territorio, dell'ambiente e delle sue trasformazioni nel tempo è sicuramente una delle grandi tematiche sviluppate dal museo, posto che attraverso la bonifica è stata attuata la completa trasformazione dell'intera area del Basso Piave. Proprio tenendo conto di queste considerazioni, è stata istituita una sezione cartografica che raccoglie molte delle carte antiche del territorio realizzato tra il '500 e il '900.

Particolare della "Carte du Trevisan" (Inv. 961). Carta tratta dall'Atlas Unversel. Deuxiéme partie. Paolo Santini, Francesco Santini - A' Venise : Par P.Santini rue S.te Justine. Chez M.Remondini, 1784. La carta porta la data del 1786. Museo della Bonifica. Archivio Cartografico.

Oltre alle carte storiche del territorio, il museo ha acquistato nel 1985, una collezione di carte militari originali delle Grande Guerra, sia italiane che austroungariche. I segni a penna o a matita che in alcuni esemplari sono stati tracciati, rendono evidente che tali carte, sulle quali appaiono quasi sempre le diciture "Segreto!" o "Geheim", furono effettivamente utilizzate in operazioni di guerra. Questa carte militari sono state esposte in una apprezzata mostra, allestita nei locali espositivi del museo, nel 1987. Tranne rare eccezioni, le carte sono conservate in appositi armadi e ciò per evitare l'esposizione alla luce che potrebbe deteriorarle. Proprio per ragioni di conservazione, anche per salvaguardare i documenti data la particolare fragilità dei materiali con i quali sono stati realizzati, l'archivio cartografico è consultabile solo previo accordo con il Direttore e in presenza del personale addetto.