Archivio

 

Il Capitano Ottorino Tombolan Fava. Museo della Bonifica. Archivio O.Tombolan Fava

Tombolan Fava Ottorino nasce a Strà (Venezia) il 17 Luglio 1895 e perde la vita in combattimento il 15 giugno 1918.
Ha preso parte alle campagne di guerra del 1915, 1916 e 1918, ottenendo la Medaglia di Bronzo al Valor Militare a Zanut nel 1915, un encomio solenne a S. Pietro all'Isonzo e nel 1916 un secondo encomio a Salgarola. Il Capitano Tombolan Fava si distinse nei giorni della Battaglia del Solstizio ("Battaglia del Piave"), iniziata il 15 giugno 1918, negli scontri presso Ca' Franceschini, vicino Musile di Piave. Quale Capitano comandante la 7^ Batteria del 34° Reggimento da campagna fu decorato della Medaglia d'Oro al Valor Militare con decreto luogotenenziale 23 marzo 1919, riportato dal bollettino ufficiale del 1919 a pagina 1293:

"Comandante di una delle batterie da campagna più esposte del settore, conscio dell'alto compito d'onore affidatogli, predisposta ogni cosa per la resistenza, attese sereno il momento dell'attacco. Nell'istante supremo, ricevuto l'ordine della difesa ad ogni costo e assalita la batteria da forze preponderanti, fulgido esempio di cosciente sacrificio, primo fra i primi, correndo da pezzo a pezzo per incitare i suoi soldati, prima sparando a zero e poi difendendosi, cole bombe a mano e col fucile, assicurò col sacrificio della sua batteria il ripiegamento dei pezzi di medio calibro, impegnando col nemico una violenta lotta a corpo a corpo, finchè, colpito da una bomba a mano in pieno petto, cadeva da eroe sul pezzo ultimo rimastogli, col fucile ancora spianato verso il nemico e col nome d'Italia sulle labbra. Musile, 15 giugno 1918" Tratto da: Le Medaglie d'Oro dell'Arma di Artiglieria (1848-1938 - XVII), Roma 1939. Museo della Bonifica, Biblioteca Specializzata.

G.Ghini, olio su tela raffigurante il Capitano Ottorino Tombolan Fava morente. Museo della Bonifica. Sezione Bellica-Prima Guerra Mondiale

L'archivio "O. Tombolan Fava", unitamente ad altro materiale, fu donato nel 2002 al Comune di San Donà di Piave, affinchè fosse destinato al Museo della Bonifica, dal 5° Reggimento Artiglieria C/A "Pescara", la cui caserma sita in Fiorentina, frazione di San Donà di Piave, era intitolata alla Medaglia d'Oro Capitano di Artiglieria "Tombolan Fava Ottorino".